backup

amrecover

amrecover consente il ripristiono di singoli files da un backup, in contrapposizione a amrestore usato per il ripristino di un intero backup.
Il lancio del programma amrecover -C giornaliero
dove giornaliero è il profilo del backup da gestire, Altre opzioni sono possibili per indicare il tape, l'host da ripristinare ed altro. Per i dettagli si rimanda a man amrecover
Il comando amrecover apre un  ambiente interattivo dove è possibile indicare le date di ripristino, il disco da ci ripristinare, ecc.

Categoria: 

Versioni di amanda

Attnezione alle varie versioni di amanda.

Ad esempio la versione 2.4.5-17.2, distribuita con SLES 10.3, sembra non supportare l'autenticazione bsdtcp e quindi la riga di configurazione     auth "bsdtcp" nel file amanda.conf non è riconosciuta e quindi va tolta, modificando quindi anche la configurazione del file /etc/xinet.d/amanda .

Categoria: 

Check della configurazione

amcheck configurazione é un ottimo strumento per il contollo della corretta configurazione di amanda.
Leggere attentamente l'ouput per individuare i problemi. Questo è un esempio:
 
amanda@oes:~> amcheck giornaliero
Amanda Tape Server Host Check
-----------------------------
ERROR: tapefile /etc/amanda/giornaliero/tapelist: No such file or directory, you must create an empty file.
ERROR: holding dir /dumps/amanda: No such file or directory, you must create a directory.

Categoria: 

Le cartelle

Diverse cartelle del file system sono da creare con owner amanda e gruppo disk (almeno nella configurazione riportata).
 
Creare la directory per il dump di amanda come indicato in amanda.conf nella seszione holdingdisk
(es.directory "/dumps/amanda"   ----> mkdir -p /dump/amanda; chown -R amanda:disk /dump).
 
Creare anche /var/lib/amanda/configurazione e sistemare owner e gruppo.
 
Creare il file vuoto tapelist nella cartella /etc/amanda/configurazione

Categoria: 

Il nastro

Nel caso che la definizione del nastro non sia diaponibile nel citato sito citato nelle osservazioni, è possibile ottenere una definizione corretta usando il comando amtapetype -f device dove device indica il device nastro (es. /dev/nst0).
 
Il comando scrive sul nastro ne ritorna le caratteristiche. L'operazione può durare anche diverse ore.
Questo è un esmpio di output del comando
oes:~ # amtapetype -f /dev/nst0
Writing 2048 Mbyte compresseable data: 32 sec

Tipologia: 
Categoria: 

Pianificazione

Completata la configurazione il backup si può eseguire con il comando amdump conf (es. amconf test).

Il comando deve essere eseguito dall'utente amanda.

L'esempio commentato è per 5 backup settimanali nei giorni lavorativi.

Per eseguire il backup automaticamente è utile il cron di linux. Qualora i nastri non siano gestiti da una libreria è bene avvisare l'operatore di cambiare il nastro. Pure questa azione può essere pianificata con il cron usando il comando amcheck.

 

Categoria: 

Osservazioni

L’utente amanda deve essere l’owner di tutti i file di configurazione (vedere l’esempio di test, sul sito zamanda, citato). Il gruppo predefinito è disk. Per motivi di sicurezza è bene togliere i permessi a agli altri.
amdump si occupa del backup e della gestione del tape, occorre modificare i permessi di accesso al tape cambiando l'owner in amanda e gruppo in disk

Categoria: 

Configurazione daemon

Ci sono due modalità di configurazione: via Yast -> Network services – Network services (xinetd) ed è la più semplice perché guidata da yast o modificando manualmente i files di configurazione di xinetd.

Di seguito si riporta la configurazione dei file della cartella /etc/xinetd.d,  se modificati manualmente, occorre ricaricare il servizio xinet con rcxinetd reload.

amanda

Categoria: 

Pagine